MESSAPI

Studio di innovativi strumenti di monitoraggio ambientale di sostanze aerodisperse con l’impiego di droni in un sito industriale ligure Iplom

Il progetto prevede lo studio di innovativi strumenti di monitoraggio ambientale di sostanze aerodisperse con l’impiego di droni in un sito industriale ligure Iplom

Programma di finanziamento

Il progetto ROBOTICS AND AI FOR SOCIO-ECONOMIC EMPOWERMENT (RAISE) mira a sostenere lo sviluppo di un ecosistema di innovazione basato sui domini scientifici e tecnologici dell’intelligenza artificiale e della robotica, concentrandosi sulle esigenze di uno specifico contesto regionale, ovvero la Regione Liguria. Il progetto mira ad evolvere in un ecosistema altamente attrattivo per imprese, investitori e ricercatori, sia a livello nazionale che internazionale. Il progetto proposto è radicato in un territorio regionale caratterizzato da specificità scientifiche, tecnologiche ed economiche (coerenza piena con Smart Specialization regionale). Vi partecipano 26 partner dal mondo accademico e della ricerca, istituzioni e imprese (tra cui Iplom S.p.A.), coordinati da Università degli Studi di Genova (UNIGE), Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e Istituto Italiano di Tecnologia (IIT). Il progetto è stato selezionato assieme ad altri 10 dal MUR a seguito del bando (Avviso n. 3277 del 30-12-2021). Iplom partecipa a RAISE Spoke 3 – Progetto MESSAPI che è un’area di intervento specifico con uno Studio di innovativi strumenti di monitoraggio ambientale di sostanze aerodisperse con l’impiego di droni in un sito industriale ligure. Il progetto pone le proprie basi sulla tecnologia e sui processi sviluppati nell’ambito dello SPOKE3 - Protezione e cura dell’ambiente - dell’ecosistema RAISE con il quale condivide sia l’approccio sia i macro-obiettivi; secondo le linee di sviluppo tracciate nell’ambito della sfida 4 nel raggiungimento degli obiettivi prefissati il progetto contribuirà a rispondere agli obiettivi tecnico-scientifici declinati nell’ambito del Progetto 2 – “Technologies for advanced air monitoring and forecasting” con particolare riferimento all’obiettivo di realizzare un sistema autonomo di misurazione dei parametri ambientali di tipologia 4d (3d spazio e 1d tempo) integrato ed in grado di operare in differenti ambiti (industriale e non) nonché di inviare segnali di “early warning”.

Obiettivi

L’obiettivo del progetto è l’impiego di robot (UGV) e di droni (UAV) equipaggiati con sensori e dispositivi opportuni con finalità di monitoraggio ambientale in un impianto industriale. Si prevede l’allestimento di un UGV a guida autonoma con installazione sullo stesso di strumentazione in grado di effettuare mappature ed analisi puntuali di componenti gassose in aria ambiente ed in grado di integrarsi con la rete di sensori a postazione fissa ed i sistemi di monitoraggio ambientali presenti presso uno stabilimento industriale complesso, come una raffineria di prodotti petroliferi. Ulteriore obiettivo del progetto è l’allestimento di un UAV trasportabile dall’ UGV ed in contatto con la stazione di controllo centrale, in grado di acquisire dati da opportuna sensoristica e fotogrammetrie aeree di asset. Le rilevazioni dei sistemi ottici potranno essere consultate ed analizzate ed elaborate, attraverso l’impiego di avanzate tecniche di computer vision e/o intelligenza artificiale, al fine di permettere l’individuazione di eventuali anomalie. Il progetto sarà sviluppato nell’ambito di una realtà industriale complessa come quella della raffineria IPLOM S.p.A. di Busalla.

Coordinatore

Partner